Soci

I Soci e quello che fanno

Print PDF Mail
Share
2846 views

Provincia di Udine 

Cristina Boccanegra, 3319981850   cristina.boccanegra@alice.it  Aquileia
Referente  di Civiltà Contadina per il Friuli
In passato ho fatto diversi lavori, maestra elementare, impiegata, assistente sociale. Ora mi dedico alla coltivazione del mio orto didattico e di un campo,  dove sono presenti molti alberi da frutto di vecchie varietà e dove coltivo col metodo sinergico, vecchie varietà di ortaggi, di cui mi faccio le piantine, fra cui in particolare pomodori avuti tramite l’associazione, ma anche trovati in zona. Fagioli, zucche, zucchine, cetrioli, peperoni e melanzane pure non mancano e colorano l’orto che diventa in estate  come il quadro di un pittore impressionista (amo molto anche la pittura). Secondo i principi della permacultura  sono presenti anche molte piante perenni. In autunno i miei meli  si riempiono di frutti, che trasformo in marmellate e succhi per la famiglia. Quando  ce n’è molti però sono disponibile a barattarli con altri prodotti. 

.

Loris Fontana, 340 3713737 lorifont@tiscali.it Bagnaria Arsa.
Sono un progettista e programmatore di macchinari per l'automazione, ma mi piace fare l'orto. Con mia moglie Ombretta abbiamo una serra dove prepariamo le piantine che poi facciamo crescere nell'orto che diventa più grande di anno in anno. Abbiamo anche piantato alberi da frutto antico per mangiare la nostra frutta, e preparare gustose marmellate. Chiaramente tutto, rigorosamente senza usare sostanze chimiche.

.

Alessandro Mari, 347 6951640 marilex1974@hotmail.it [[comune?]] .
Ho 40 anni, padre di Angelo Luce ed Eterea. Nel tempo libero mi dedico alla campagna dove produco ortaggi ed altro secondo la permacoltura. Propongo a chi volesse acquistarlo o scambiarlo, del buonissimo succo di mele più che biologico.

.

Luisa Barazzetti, 328 9687231 luisa.barazzetti@gmail.com Gorizia.
Collaboro con mio marito che ha un'azienda artigiana, che produce ed installa serramenti in alluminio e pvc; avendo la passione dei cavalli, poco meno di vent'anni fa, ci siamo costruiti una scuderia privata su terreno di circa 1 ettaro, oltre agli spazi per gli animali abbiamo piantato diverse piante ad alto fusto e arbusti vari. Da un paio d'anni è sbocciato il desiderio di produrre varietà orticole per autoproduzione, in modo sano, al momento ho un piccolo fazzoletto di terra dedicato, ricavato da un ex recinto per cavalli, di 200 mq scarsi. Recentemente abbiamo acquisito un terreno al confine, sul quale c'è l'intenzione di piantare alberi da frutto di vecchie varietà. Conto, diventando esperta col tempo. di contribuire, secondo le possibilità, alle finalità di salvaguardia e riproduzione dei semi dell'associazione.

.

Sandro Anja, sandro.anja@libero.it Tarcento
Da Agosto mi sono trasferito in comune di Tarcento sulle pendici del monte Bernadia a quota 640 mt. Attualmente sto ripulendo i boschi dove in seguito piantumerò con piante giovani e di varie varietà ancora da definire (sicuramente noci,castagni,faggi e frassini). Questa primavera cercherò di sistemare un uliveto da noi  piantumato 6/7 anni fa,per diverse ragioni trascurato negli anni. In seguito l'idea è quella di piantare diverse varietà di frutta, e di fare un orto per uso familiare. Dal momento che facciamo uso della farina grano saraceno,di quinoa,di mais e di miglio farò dei tentativi per coltivare queste specie. Sarei felice di avere dei suggerimenti da chiunque ci abbia già provato. Come metodo di coltura sono appassionato ai sistemi di Sepp Holzer e farò il possibile per sperimentare tutte le sue tecniche. (si accettano consigli e suggerimenti). Essendo all'inizio non ho ancora semenze di varietà rare da riprodurre e scambiare.

.

Alessandro Zuppini, 334/5317997, San Canzian d'Isonzo.
Ho 43 anni e mi dedico all'orticoltura biologica dal 2008, dopo essermi lasciato alle spalle 14 anni di lavoro nell'industria elettronica. Svolgo la mia attività professionale su un terreno di poco meno di 2 ha nel comune di San Canzian d'Isonzo. Produco ortaggi sia in serra che inpieno campo nel corso di tutto l'anno e vendo autonomamente quanto prodotto. Acquisto ogni anno circa 30000 piantine, oltre alle sementi, per la gran parte degli ortaggi da mettere in produzione, ma non sempre con i risultati sperati: ho già sperimentato svariate svolte l'inadeguatezza delle sementi commerciali nel produrre piante sane e produttive, senza contare che questa sorta di "dipendenza" dal mercato mi va assai stretta. Quindi spero riuscire a riprodurre da solo almeno alcuni degli ortaggi che coltivo. Nel 2013 sono partito con melanzana bianca, peperone friggitello, fagiolo dall'occhio e bieta da taglio. Vorrei trovare anche una varietà di finocchio e qualche altro tipo di fagioli. Nel frattempo sto anche preparando un piccola zona recintata dove conto di allevare qualche gallina (25-30 animali) di razza rustica per avere una piccola produzione di uova.

.

Sono nata e cresciuta in Alto Adige e dal 2004 abito in Carnia con mio marito e nostre due figlie. Lavoro soprattutto presso l'Associazione LILA di promozione sociale nella divulgazione dello yoga integrale, della musica,  dell'artigianato, dell'arte circense e della permacultura organizzando corsi ed incontri anche nelle scuole pubbliche del Friuli. ​Coltiviamo nel nostro "orto dei semi"  erbe aromatiche, fiori, ortaggi e piccola frutta di varietà vecchie, friulane e no, per autoconsumo e per salvaguardare la biodiversità della zona alpina. Dal 2010 facciamo in estate anche wwoof.
.
Progetto Pecoranera.
Siamo Devis e Monica e nel cuore della Carnia portiamo avanti oramai da dieci anni il nostro progetto di autoproduzione alimentare e vita frugale. Coltiviamo più di un ettaro di terreno col metodo biologico e permaculturale. Spaziamo dalle coltivazioni tradizionali del luogo (mais, fagiolo, patate) ai cereali (frumento, orzo e farro) e alla frutta (mele e pere in particolar modo). Il raccolto è destinato all'autoconsumo e, in piccola parte, alla vendita. Durante la bella stagione ospitiamo volontari con la modalità del wwoofing.
.
Terra di Cionawww.terradiciona.com, Fiumicello.
Ciao, sono Nadia, grafica convertita all'agricoltura. Con una giusta dose di sana follia e di grande entusiasmo ho avviato un'azienda agricola biologica di 7 Ha che conduco per ora da sola. Ho la passione per i sapori autentici, per le usanze dimenticate, per il "saper fare" in casa. Civiltà contadina in questo mi ha aiutato in una parte del percorso: trovare delle sementi antiche o desuete e custodirle. Coltivo cereali quali frumento, orzo, farro monococco e mais Ros di Aquileia che porto a trasformare presso l'antico molino a pietra di Codroipo, per poi vendere direttamente. Ho impiantato 1300 alberi da frutta, in particolare pesche, che stanno lentamente crescendo e anche un piccolo bosco; coltivo inoltre un grande orto che coltivo in un mix di principi permaculturali e di "buone pratiche agricole" per i bisogni della mia famiglia e da quest'anno spero pure per chi vorrà. 
Non ho dimenticato del tutto il mio vecchio lavoro, perciò mi diverto anche a raccontare un po' della mia piccola avventura agricola su www.terradiciona.com. Dateci un'occhiata.
.
Sergio Mucchiut, w.w.w.lavandabio.it   , Cervignano.
Una trentina d’anni or sono potei iniziare a gettare le basi per la creazione del frutteto, coltivato secondo i metodi biologici e biodinamici, e qualche anno dopo, nel 1985, il sogno cominciò ad avverarsi con l’entrata in produzione del frutteto, che ancora oggi è un rigoglio di frutti, di profumi e di colori.  Nel 1987 introdussi l’apicoltura, per apportare al frutteto l’energia solare veicolata dalle api; infine, per aiutarle nel loro lavoro d’armonia, nel 2005 misi a dimora delle piante di lavanda per avere olio essenziale purissimo e miele biologico di lavanda.
Le 5000 piantine di lavanda, rigorosamente coltivate seguendo il metodo biodinamico, mi consentono ora la produzione di un olio essenziale di eccezionale qualità
Poi sono arrivate le galline, che, razzolando continuamente eliminano una buona parte di larve e insetti nocivi.
Naturalmente ci sono anche le cinciallegre, che in un giorno catturano anche duemila insetti e nidificano in casette fatte proprio per loro e
tanti altri uccelli che concorrono a limitare le infestazioni. Nel periodo della fioritura della lavanda le api, i bombi e le farfalle vanno a nozze.
Ora si è creato un piccolo ecosistema e la natura si regola quasi da sola.
Da quasi 40 anni coltivo un pomodoro (cuore di bue) che non ha bisogno di nessun trattamento.
La biodinamica, scienza che perseguo con tenacia ormai da anni, è un percorso di conoscenza delle leggi che governano la natura, in modo che ogni intervento agricolo rimanga nell’ambito del “vivente” al fine di sviluppare la massima efficacia sulla qualità nutrizionale
GRAZIE MERAVIGLIOSA NATURA, SCUOLA DI VITA!
.
Piergiorgio Rizzolo, tel 3493419127 .
Sono socio di Civiltà contadina dal 2014. Ho un'azienda agricola di circa 3 ettari in località Jalmicco di Palmanova, attualmente in conversione al metodo biologico. La maggior parte attualmente è coltivata a seminativo (erba medica) ed una piccola superficie di circa 1000 metri è dedicata a colture ortive biologiche, che io e mia moglie Valentina conduciamo secondo il metodo della permacoltura. Stiamo effettuando prove varietali per ottimizzare la produzione, concentrandoci in particolare su: leguminose (piselli, fave, fagioli), patate, carciofi, e vorremmo introdurre anche altre tipologie di vegetali. Crediamo molto nell'approccio biologico e della permacoltura, e contiamo di interagire con i soci di Civiltà contadina per migliorare la nostra attività e far conoscere a tutti i vantaggi di una agricoltura rispettosa dell'ambiente e delle persone.

 

Login or register to post comments

Condividi questa pagina!

preferiti su: Twitter preferiti su: Facebook preferiti su: MySpace preferiti su: Del.icio.us preferiti su: Digg preferiti su: Yahoo preferiti su: Google preferiti su: Diigo