scambio semi - primavera 2016

Cervignano     -    Domenica 14 febbraio 2016
         Festa degli innamorati...........dei semi   !!!!!!!!
Sono Antonio Cuomo, socio , novello,di Civiltà contadina gruppo Veneto.
E' la prima volta che partecipo, con la mia collezione, ad un incontro per lo scambio di semi.
Desidero esprimere ciò che ho provato nell'incontrare tanta bella gente.
Il posto del raduno " ai glicini" è, a dir poco, stupendo. I proprietari della struttura la Signora Sandra e suo marito Lucio ci hanno accolti con gentilezza e cordialità ed hanno messo a nostra disposizione tutto quanto necessario per la buona riuscita dell'incontro.
La Signora Cristina Boccanegra, referente di Civiltà contadina per il Friuli Venezia Giulia, ha fatto gli onori di casa, accogliendo tutti con abbracci e strette di mano, mettendo a proprio agio ciascuno di noi.
Dagli interventi che si sono succeduti ho apprezzato la competenza e sensibilità degli oratori.
Mi ha affascinato il racconto sul come lavora la terrai Devis Bonanni. Mi ha fatto ricordare quando da bambino trascorrevo le vacanze presso i miei nonni contadini. Le sementi conservate come tesori, i terreni lavorati con i buoi, le semine fatte a spaglio, la mietitura fatta a mano, i covoni di grano sull'aia in attesa della trebbia, macchina azionata, per mezzo di una lunga cinghia, da un motore a nafta, che faceva un gran rumore e scaricava tanto fumo puzzolente, le donne e gli uomini che insaccavano il grano ed ammucchiavano la paglia.
La grande tavolata con pasta asciutta, salumi, pagnotte di pane appena sfornato, verdure e tanto tanto vino rosso.
E a proposito di mangiare anche "ai glicini" è arrivata l'ora di far fuori quanto  portato dai convenuti.
C'era di tutto : salame, frittate, pane, torte salate e  dolci, vino ma, soprattutto tanta allegria.
Il momento più carino è stato lo scambio dei semi : si son create delle piccole improvvisate bancarelle, con scambio di bustine, chiacchierate, consigli, pareri, scambio di indirizzi e numeri telefonici.
Piano piano sono cominciati i saluti per andare a casa. Avevo già caricato sul camper tutto il mio materiale ed avevo preso la decisione di partire. Ho cambiato idea perché è arrivata, con un .....pochino di ritardo, la Sara.
Quella bella figliola, con quello splendido sorriso, ha aperto la sua bancarella ed ha cominciato a dispensare la sua grande varietà di semi.
Prima di partire ho voluto abbracciare tutti quanti.
Qui desidero esprimere un grazie di cuore a tutti i partecipanti all'incontro per la bella giornata.
Grazie alla Cristina per come manda avanti la "baracca".
Arrivederci alla prossima manifestazione.
Antonio
Nessun commento 

Operazioni di mietitura

La mietitrebbia del gruppo di Aquileia è operativa. Si pregano i soci che volessero usufruirne di dare comunicazione per tempo al fine di poterne programmare adeguatamente l'impiego.

Ricordo le condizioni per poter richiedere la macchina:

-aver regolarmente rinnovato l'iscrizione come custode di semi per l'anno in corso;

-coltivare tassativamente colture per lo meno biologiche (la macchina deve rimanere il più possibile pulita, onde evitare contaminazioni del prodotto che processa)

-provvedere al trasporto con mezzi propri adeguati- leggi carrello con portata 20q (al momento non abbiamo ancora una convenzione con un trasportatore di fiducia)

-provvedere a carburante e conduzione macchina (necessario venire prima vederla in azione e provarla). Eventualmente previo accordi è possibile far condurre la macchina al sottoscritto (se posso volentieri).

Vi ricordo che al momento la macchina è ancora in condizione di sperimentazione, molto lavoro corale vi è stato dedicato ma richiede ancora una serie di piccole accortezze per poter essere adoperata con efficacia, indispensabile avere un minimo di buona volontà nell'approcciarvisi.

Vi ringrazio tutti, in particolare quanti hanno reso questa opera possibile.

Seguono le foto della prova della macchina nel campo di avena di Robby.

Francesco




Nessun commento 

Regolamento gruppi locali

Carissimi soci,
dal 1° Gennaio 2015 il Direttivo ha approvato il presente Regolamento dei GRUPPI LOCALI. Vi invito a leggervelo nella speranza che alcuni di voi vogliano iniziare a formare un proprio gruppo locale.
.






Nessun commento 

INCONTRO DEI SOCI FRIULANI domenica 24 maggio E GIRO DEGLI ORTI

Carissimi tutti,
la giornata di ieri è stata davvero speciale e ringrazio tutti coloro che vi hanno partecipato e che l'hanno resa tale, mentre  per  chi, per motivi vari, non è potuto venire, speriamo di poter organizzare qualcosa di simile magari alla
riapertura autunnale dei ns. incontri.
Siamo stati baciati dalla fortuna del bel tempo e dopo l'ottima accoglienza di Marco Petrini (che, attenzione,  ci ha promesso alberi da frutto antichi per questo autunno)e lo scambio semi/piantine e di numerose esperienze (anche quelle  dell' amica di Sara, proveniente da Nova Gorica) siamo stati in visita negli orti a cominciare dal mega orto di  Alessandro Zuppini.   
Un vero eroe dei ns. tempi, in quanto orticoltore biologico di ben 1,5 ettari!!! Dai piselli ai fagioli, dalle cipolle alle zucchine, dai ceci alla bieta, frammentati da siepi, alberi da frutto, fiori e piccoli frutti, il suo è un Paradiso di lavoro tanto amato quanto osteggiato dall' ottusa burocrazia di  uno stato sempre più nemico del cittadino, specie di quello che tenta strade impervie che si discostano dal tracciato del sistema.
Che dire? Bravissimo Alessandro. Tieni duro e se hai dei prodotti da vendere me lo fai sapere che lo comunico ai soci così  poi chi vorrà verrà a trovarti, vedere quello che fai e  acquistare i tuoi prodotti.
Che dire poi dell'orto sinergico di Loris Fontana e sua moglie Ombretta? Uno spettacolo!!! Chi può vada a vederlo. Amore, cura, attenzione e tutto il tempo possibile dedicato hanno saputo creare un luogo armonioso,  dove si respira quell'energia buona e risanatrice  tipica degli orti sinergici. Sono quei posti dove non vedi l'ora di andarci e da cui non ti staccheresti più. 
Perché lì c'è davvero tutto: l'unione stretta con la natura, l'arte e la bellezza, il ciclo delle generazioni e la pace legata alla consapevolezza che la vita continua e che in questo continuum  puoi finalmente rilassarti e lasciarti andare.
Non siamo invece potuti andare dal  ns.  Sergio Mucchiut, con cui mi scuso (non avevamo il tuo n. di cellulare dietro) ma ormai i tempi erano tardi e sapendo che avevi i "Giardini aperti" abbiamo deciso che chi poteva sarebbe autonomamente venuto da te nel pomeriggio.
La conclusione della giornata, nel mio orto sinergico dove l'ombra dei  vecchi alberi ci ha ristorato, dopo lo scambio di numerose piantine dei miei pomodori e molte altre portate sabato in persona da Achille Minisini che tutti RINGRAZIAMO di cuore,  ci ha visti finalmente seduti attorno a piatti di leccornie portati in abbondanza da tutti. 
Non posso non segnalare  come sempre i dolci  di Ombretta,(te l'ho detto tante volte: apri una pasticceria bio!!!) i speciali piatti vegani di Luisa Barazzetti, la buona frutta di Marco Petrini e di Sara Margarita e il buon vino con dolci e frutta di Sandra Buttignon.
E per finire. Ciliegina sulla torta! Durante i ns. momenti di convivialità si è aggregata una famigliola di Corno di Rosazzo che credeva che l'orto fosse aperto al pubblico e presi dal ns. entusiasmo  essendo  pure loro amanti di Fukuoka e creatori di un orto sinergico … si sono iscritti a Civiltà Contadina!! )
Ragazzi,  un forte abbraccio a tutti voi e la promessa di rivederci più avanti!
Buone semine e trapianti e soprattutto raccolti abbondanti  per tutti!
Cristina Boccanegra
.
Foto, grazie a Luisa




























Nessun commento 

I segni dei tempi- le api in Friuli

Riportiamo in bassa risoluzione (per il copyright) un articolo comparso sul Messaggero Veneto sulla situazione dell'apicoltura in regione.

Ringraziamo gli amici biodinamici che ce lo hanno passato.

http://s8.postimg.org/nszr3lknp/api1.jpg

http://s8.postimg.org/ohd70a8r9/api2.jpg

http://postimg.org/image/ryedi5v2r/

Pesticidi, insetticidi, inquinamento di aria e acque, sono un tributo alto da pagare per le api  al formidabile livello di progresso tecnico di cui possiamo beneficiare tutti i giorni. Le api, con le loro attività, danno inizio a un circolo virtuoso da cui tutto il territorio trae vantaggio, e di cui è difficile anche solo immaginare la portata per la discrezione con cui viene curato.

Sappi che puoi fare molto nel mettere loro a disposizione del pascolo non trattato chimicamente; alberi da frutta, vigne, siepi, o anche solo un prato fiorito su un terreno che altrimenti resterebbe inutilizzato, può essere determinante per fornire loro nutrimento.

La fertilità dei nostri suoli, la nostra capacità produttiva, una fetta colossale di tutto quanto è vivente e operativo sul nostro territorio, è loro debitore, e deve per ora assistere al loro costante calare di numero.

Nessun commento 
Pagine:
Segui i posts più recenti

Condividi questa pagina!

preferiti su: Twitter preferiti su: Facebook preferiti su: MySpace preferiti su: Del.icio.us preferiti su: Digg preferiti su: Yahoo preferiti su: Google preferiti su: Diigo